Stregosità andante

Tutti i post nella categoria Stregosità andante

Lavorare con gli Elementi – Aria

Pubblicato giugno 14, 2015 da rollystardust

Allora, innanzitutto ringrazio Skayler per aver avuto l’idea di cominciare questo lavoro di gruppo sulle settimane degli elementi. Io non so bene quando pubblicherò questo scritto (sto scrivendo dal martedì, ma la pubblicazione…boh) quindi se vedete salti temporali non è perchè ho un Tardis (magari) ma perchè probabilmente sarà una scrittura differita nel tempo. Ordunque.

Intanto vi spiego cosa sto facendo: Skayler ha pubblicato sul suo blog questo articolo qui riguardo a un lavoro sugli elementi. Io ovviamente l’ho visto ieri mattina che avevo la giornata stravolta, quindi il primo giorno è andato un po’ a ramengo. E amen. In ogni caso, anche se lo state vedendo ora, può essere che più avanti si rifaccia (io probabilmente lo rifarò, magari ci mettiamo d’accordo e lo facciamo in gruppo. E amen). Quindi tranquilli.

Direi di cominciare con una scheda generica sul primo elemento, l’aria. Ovviamente made in Rolly, altrimenti che gusto c’è?

EDIT: ovviamente sto pubblicando domenica. E ti pareva. Tra parentesi, fuori tuona, sarà un segno?

 

https://i2.wp.com/www.alfrojul.net/2007/fatadeibaci1.jpg

Aria, venti e soffioni

La prima cosa che si nota, nel momento in cui si cerca di comprendere questo elemento, è che non si vede. Sembra una stupidaggine, ma fateci caso: voi volete studiarlo, carpirlo con tutti i vostri sensi, ma vi sfugge. E’ frustrante: potete chiudere gli occhi e sentire i suoni propagarsi nell’aria, il semplice soffio del vento, potete sentire i migliaia di odori che passano nell’etere, potete quasi gustare l’aria a volte (quante volte avete dovuto tapparvi il naso per non sentire il gusto di una cattiva medicina?) si può addirittura toccare, quando con l’automobile sporgete il braccio fuori dal finestrino, quelle correnti abbastanza forti da mantenere un uccello in volo, ma mai, mai riuscirete a vedere l’aria. Mai. L’unica cosa che potete vedere sono gli effetti del suo passaggio: porte che sbattono, rami che si muovono, foglie che svolazzano. E’ come se degli esseri invisibili se ne andassero in giro cambiando lo stato delle cose. E tu sei lì che sgrani gli occhi come un segugio a caccia di tracce, li tieni più aperti possibile per cogliere il minimo indizio, il minimo movimento che ti possa far capire, che possa dare una risposta a: ma come è fatta ‘sta aria? Hai voglia a cercare di vederla, con le sue correnti e i suoi spiritelli!
Insomma, l’aria è sicuramente, tra i quattro elementi, il più sfuggente. E, paradossalmente, quello di cui non si può assolutamente fare a meno, se non per pochi istanti. E’ il più vitale, anzi, è quello che dà significato alla parola vita, basti pensare ai Greci, che con la stessa parola indicavano sia il respiro, sia l’anima.
Dunque l’aria è ciò che ci rende vivi: tutto ciò che respira è vivo, inequivocabilmente.
Non solo: l’aria è il luogo più adatto per la propagazione della luce, quindi nonostante sia completamente invisibile, è dove vediamo più chiaramente. Che è quasi paradossale, se ci pensate.
In esoterismo, l’aria ha diverse corrispondenze: è associata all’est e all’alba, proprio per la sua capacità di propagare la luce così velocemente. E’ associata alla primavera, agli inizi e alla giovinezza. Soprattutto, l’aria è associata a tutte le facoltà mentali: lo studio, la memoria, la concentrazione, l’invenzione, la parola scritta e “parlata”, la comunicazione. Come si suol dire, verba volant, quindi tutto ciò che è connesso con le parole e le attività cerebrali è connesso con l’Aria.
L’Aria è collegata anche al movimento. Se ci pensate, l’aria non è mai ferma: anche quando sembra che il vento sia calato, l’aria non è ferma del tutto, anche solo con il nostro respiro la muoviamo. Le molecole dei gas sono quelle con la maggiore velocità, giusto? Non stanno mai ferme, in perpetuo movimento. Quindi un’altra connessione con l’aria è il movimento perpetuo, e con esso, di nuovo, la vita: tutto ciò che è vivo non è mai completamente fermo. Anche quando dormiamo, tutte le nostre cellule si muovono, il sangue circola, il cervello elabora, il cuore batte, e soprattutto il respiro non si ferma mai. Aria uguale moto perpetuo uguale vita

Non vi starò a parlare degli spiriti dell’aria, non ne ho la conoscenza sufficiente, ma qualcosa ve lo posso dire: se volete fare un’offerta gradita a chi è vento puro, dovete basarvi sull’udito e sull’olfatto. Sono i due sensi che hanno bisogno dell’aria per funzionare, quindi possiamo presupporre che siano quelli prediletti da chi nell’aria ci vive. Non usate necessariamente gli incensi, fanno più fumo che altro, usate piuttosto un brucia essenze o qualcosa che porti un profumo non troppo forte: mazzi di fiori, per esempio. E, se riuscite, fatelo insieme a un canto o a una poesia. Sono creature che amano la sensualità e la dolcezza, quindi ricordatevelo quando avete a che fare con loro. Comunque ne riparlerò più avanti.

Se volete lavorare con l’aria, mettetevi fuori e sentitela. Ovunque vi capita di trovarvi: il vento è sempre lo stesso, ed è un modo straordinario di lasciare messaggi per altre persone o esseri, perchè il vento va ovunque. Non solo, ma il vento è sempre lo stesso dall’alba dei tempi, e sarò sempre quello fino alla fine dei giorni, quindi è un po’ un modo di comunicare con il passato e i nostri antenati, o per mandare un messaggio nel futuro. Il bello è che più si lavora con l’aria, più ci fai caso e più scopri.

Per il momento vi lascio una scheda delle corrispondenze, se cercate ulteriori informazioni vi rimando al grande web o alla mia bibliografia lì in fondo. Ho idea che continuerò a fare queste settimane degli elementi a ciclo continuo (o comunque ci dedicherò un periodo di tempo più lungo, visto che sopratutto con l’aria, ho appena iniziato).

*Corrispondenze*
Genere: Maschile
Stagione: Primavera
Direzione attribuita dalla wicca : Est
Giorno: Mercoledì
Momento del giorno: Alba
Segni astrologici: Gemelli, Bilancia, Acquario
Pianeta: Nettuno, Mercurio
Colori: Giallo, Celeste, Grigio
Arnesi: Bacchetta, spada, incensiere, bruciaessenze, piume, ramo d’argento, frusta
Nome irlandese: Aer
Nome sanscrito: Vayu
Qualità: Mobilità, agilità, destrezza
Simbolo alchemico: un triangolo verso l’alto tagliato da una linea orizzontale
Associazioni magiche : viaggiare, viaggio astrale, intellettualità, comunicazione, incantesimi musicali, fedeltà
Pietre: Avventurina, Pietra pomice, Meteoriti
Metalli: Alluminio, latta
Elementale : Silfidi
Altri elementali: driadi, folletti, grifoni, gremlins, pixies, phookas
Seme dei tarocchi: Spade
Carte dei tarocchi: L’eremita, la Ruota della Fortuna
Rune: Ansyz, Raidho, Eihwas, Tiway
Animali: Uccelli e insetti
Alberi: Ontano, betulla
Erbe e piante: Agrimonia, Dente di Leone, Lavanda, Maggiorana, Vischio, Agrifoglio, Prezzemolo.
Divinità: Ioskeha, Aleion, Aquillo, Boreas, Auster, Awhiowhio, Ecalchot, Ehecatl, Enlil, Esaugetuh, Qebesenuf, Ilma, Meuler, Tatsuta, Ukko, Vaya, Eolo, Zeus, Thor, Hermes
Dee: Oya, Feng Pho-Pho, Guabancez, Mardeq Avalon, Ninlil, Ifigenia, Iride

BIBLIOGRAFIA:
Mie riflessioni
http://www.stregadellemele.it/main.asp?pag=main
http://skayler-ulver.blogspot.it/
Il Sentiero della Terra – Starhawk

Scheda delle corrispondenze di Strega delle Mele più mie aggiunte.

It’s Mabon time #6

Pubblicato settembre 21, 2013 da rollystardust

mabon-time

Siamo all’ultimo giorno. Oggi è Mabon, e tutti siamo in fermento per festeggiare. Oggi vi darò l’ultima parola chiave: usate questa, e le altre, per costruire la vostra celebrazione. E buon Mabon!

Mabon Time #6: Equilibrio

Oggi è l’Equinozio di Autunno. Giorno e notte hanno la stessa esatta durata. La natura è in uno stato sospeso di perfetto equilibrio tra il riposo imminente e le ultime, frenetiche attività.
Oggi il vostro compito è meditare sull’equilibrio, sul passaggio da una situazione all’altra. In pratica, sul cambiamento in sè. Meditate su dove vi ha portato il vostro viaggio sinora e dove pensate (o sperate) che vi porterà in futuro. Fate della meditazione, cercate di comprendere il punto esatto in cui vi trovate. Come nei giorni scorsi, ringraziate per ciò che avete e che avete vissuto. Vivete appieno la sensazione di sospensione tra l’istante passato e l’istante futuro.
Oggi è il giorno di Mabon. Si chiude qui, tra alti e bassi, l’attività della Strega che ride per questo Sabba, che gentilmente vi saluta e vi dà appuntamento a Samhain. Spera che questi giorni siano stati per voi fruttuosi e che le nostre parole vi siano state utili. Se volete, fateci sapere cosa ne avete pensato! Felice Mabon a tutti voi!

It’s Mabon time #5

Pubblicato settembre 19, 2013 da rollystardust

mabon-time

Quinta attività in preparazione a Mabon, che, ricordo, sarà questo sabato. Visto che siamo già in ritardo non procrastino oltre e vi dò subito la prola chiave:

Mabon time #5: Ringraziamento

Abbiamo fatto un bilancio, abbiamo raccolto ciò che abbiamo seminato, abbiamo eliminato le foglie secche e goduto dei frutti della terra. Ora è il momento di ringraziare. Pensate a tutto ciò che avete ottenuto nell’ultimo  anno, a ciò a cui avete detto addio e ringraziate per ciò che questi cambiamenti hanno portato nella vostra vita. E non ringraziate semplicemente gli Dei mettendo offerte sull’altare, troppa comoda così! Ringraziate chi vi ha dato questa possibilità. Se avete avuto un lavoro, ringraziate chi vi ha aiutato a trovarlo. Se siete riusciti a laurearvi, ringraziate chi vi ha sostenuto. Se vi siete lasciati con la ragazza, ringraziatela per i bei momenti passati assieme, per quanto dura sia stata la vostra separazione. Ringraziate la terra per i suoi frutti, prendendovi cura delle piante del vostro giardino, o del vostro balcone, o raccogliendo cartacce nei parchi. Ringraziate la terra anche prendendovi cura di qualcuno che ha bisogno, un bambino, un anziano, un cane o un gatto, a volte anche solo una carezza e un sorriso possono fare tanto. Se potete, fate una giornata di volontariato.

Cercate di rendere il vostro ringraziamento tangibile, non solo mere parole (che comunque a volte possono fare tanto). Ringraziate, perchè sono sicura che avete molti motivi per farlo.

It’s Mabon time #4

Pubblicato settembre 18, 2013 da rollystardust

mabon-time

Buonsalve amici! Siamo giunti al quarto giorno in preparazione a Mabon, e per puuuuuuuuuuro caso oggi è anche il Plenilunio…immagino che voi, da brave streghette, lo sapeste già…ma nel caso ve lo foste dimenticato, l’attività di oggi è costruita ad hoc. La parola d’ordine è:

Mabon time #4: Uva

Come abbiamo detto un paio di giorni fa, Mabon è il secondo Sabba del raccolto. E i frutti che maturano in questo periodo e che sono tipici di questa festa sono essenzialmente due: l’uva e le mele.

Durante la giornata, mangiate o cucinate qualcosa con uno di questi frutti: potete cercare qualche ricetta dolce su internet o, meglio ancora, chiedete a una nonna o a una zia di insegnarvene una. Se potete, fate una passeggiata in un vigneto o in un meleto, e raccogliete qualche frutto (con il permesso del proprietario, ovviamente). Bevete vino, succo d’uva o succo di mele. Preparate del sidro di mele o un liquore all’uva. Gustate a fondo la dolcezza di questi frutti sacri agli Dei. Meditate sul loro significato nella mitologia, sull’uva come frutto di Dioniso e sulla mela come simbolo della Dea Madre.

In particolare, l’uva è il simbolo della lunazione di settembre (che raggiunge il culmine stasera): mangiate dei chicci di uva durante il banchetto e conservatene i semi: potrebbero servirvi in futuri incanti. Se volete, potete utilizzare la stessa uva per fare degli incantesimi approppriati.

It’s Mabon time #3

Pubblicato settembre 17, 2013 da rollystardust

mabon-time

Buongiorno a tutti voi! Siete allegri vispi e pimpanti? Buon per voi. Oggi è il terzo giorno in preparazione al sabba di Mabon e  siamo già in ritardo, non abbiamo tempo da perdere quindi marsh! Sotto con la terza attività:

Mabon Time #3: Eliminare

Si avvicina l’inverno. Il freddo si fa più intenso, le giornate più corte. Gli alberi lasciano andare le foglie, consci che se rimanessero attaccate durante l’inverno sarebbero solo un peso. Eliminano ciò che non serve per sopravvivere.

Il compito di oggi è fare come gli alberi: eliminare ciò che non serve. Riflettete sulla vostra vita: avete preso impegni che non riuscite a sostenere e che non vi servono realmente? Portate avanti relazioni sterili e distruttive che vi tarpano le ali? Frequentate amici disfattisti e privi di un vero affetto nei vostri confronti? Mandate tutto all’aria: tutto ciò che vi fa perdere del tempo inutilmente, non portandovi nè gioia nè piacere, ma anzi prosciugando le vostre energie e il vostro buon umore deve essere eliminato dalla vostra vita. Sfrondate voi stessi come gli alberi con le foglie secche: tutto ciò che non è fondamentale al vostro sviluppo spirituale e alla vostra felicità và mandato via. Amici che non sono realmente tali, partner egoisti e ossessivi, carriere che distruggono e opprimono la vostra individualità: tutto ciò deve sparire dalla vostra vita. Si avvicinano tempi duri, che porteranno alla nascita di nuovi progetti, e le vostre energie devono essere conservate per ciò che di nuovo verrà.
E’ duro lasciare andare le cose, ma c’è un tempo per tutto, e a volte quel tempo scade: non perdete tempo con cose che non sono realmente importanti.

 

It’s Mabon time #2

Pubblicato settembre 16, 2013 da rollystardust

mabon-time

Buonsalve a tutti voi, Ridaroli miei! Vi siete riposati per bene ieri? Sì? Bravissimi, perchè oggi ci sarà da lavorare! Oggi è il secondo giorno di preparazione al Sabba di Mabon, e la vostra Rolly è qui per darvi la seconda parola chiave. Ricordo a tutti che se volete potete lasciare scritte le vostre impressioni su queste attività nei commenti, mi farebbe piacere sapere cosa ne pensate!

Ma bando alle ciance e passiamo alla seconda attività:

Mabon time #2: Raccolto

Mabon è l’ultimo Sabba dell’anno dedicato al raccolto. E’ il periodo in cui nascono gli ultimi frutti, come l’uva e le mele, ed è l’ultima fase dell’anno in cui si può raccogliere i frutti della terra: un’antica credenza, infatti, dice che dopo Samhain tutto ciò che non è stato raccolto appartenga alla Dea e agli spiriti fatati.

Oggi il compito è questo: raccogliete i frutti del vostro lavoro. Andate nei boschi e raccogliete le erbe che vi serviranno per l’inverno, se avete la fortuna di possedere un orto raccoglietene i frutti. Riflettete su quanto vi siete dati da fare quest’anno e sui risultati che avete ottenuto. Anche se sono pochi e “miseri”, ricordate che sono frutto della vostra fatica e del vostro impegno, quindi siatene orgogliosi. Fate una lista, se vi sembra di non aver ottenuto niente: vedrete che la quantità di cose che avete ottenuto vi stupirà.

Completate un progetto che avevate lasciato in sospeso; se avete debiti, regolateli; se avete una qualsiasi faccenda in sospeso, che sia riallacciare i rapporti con un amico o rinfrescare il bagno, fatelo.

E’ il momento di concludere: non lasciate che le cose stagnino, incomplete. Fidatevi, dopo sarete felice del risultato.

It’s Mabon time #1

Pubblicato settembre 15, 2013 da rollystardust

mabon-time

Benvenuti, signore e signori, ala nuova attività della Strega che Ride, dedicata al Sabba di Mabon. Si comincerà oggi e si finirà sabato 21, giorno dell’equinozio. Invito tutti voi a fare le attività che vi proporrò in questi giorni e a condividere i vostri pensieri e le vostre scoperte a riguardo. Spero che queste note vi possano aiutare a entrare meglio nello spirito della festa. Iniziamo subito con la prima parola chiave, che è:

Mabon time #1: Riposo

Mabon è il momento in cui la dea Persefone scende negli inferi dal suo sposo, il signore dei morti, così come il dio celtico Mabon scende per ritrovarsi con la propria Madre Terra. La natura comincia a prepararsi al lungo riposo invernale, e così dovete fare anche voi.

L’ordine di oggi è di passare la giornata in tutta tranquillità. Riposatevi, rilassatevi. Andate alle terme se potete. Fate un lungo bagno rilassante, circondati da candele aromatiche. Fatevi una camomilla o una tisana e gustatevela di fronte a un bel film, avvolti da una calda copertina.

Meditate sul significato del riposo e della sua funzione nella vostra vita: vi prendete il giusto tempo per riposare? Dedicate almeno un’ora al giorno a un’attività che vi sgombri la mente e vi rilassi?

Prendete del tempo per voi stessi, per fare le cose che più vi danno pace: una cioccolata calda, una dormita riposante, tante coccole ai vostri animali domestici. Cercate anche di fare in modo di prendere il giusto tempo per dormire: il minimo per un adulto è di otto ore, quindi se siete costretti a orari allucinanti per colpa del lavoro, organizzate le vostre giornate in modo da avere quelle otto ore, anche di più se ne ritenete il bisogno. Se sentite che in questo periodo siete più stanchi del solito, concedetevi una pausa, se potete, prendetevi un giorno di ferie, se non potete, cercate di sfruttare il tempo che avete a casa: se avete bambini, mollateli al marito per ventiquattro ore, e non abbiate sensi di colpa per questo 😉 Se non siete rilassati, ne risentiranno anche loro, quindi non vi fate eccessivi scrupoli. Ognuno di voi ha delle storie diverse, esigenze diverse: spremete le meningi e sono sicura che riuscirete a fare in modo di rilassarvi un po’, anche se doveste fare qualche piccolo sacrificio monetario.

Insomma, gente: riposatevi!

 

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

Travel Stories

Storie e consigli di viaggio di una hippie girl con il cuore a est

La Biblioteca di Amarganta

I narratori e i cantori di Fantàsia

Viaggio 922

Viaggio senza stancarmi, con occhi grandi sul mondo

My travels diaries

Una piccola finestra sul mondo

AGRUMI

Spremute acide di una viaggiatrice sentimentale

#ODIOLESERIEINTERROTTE

Per ogni nuova serie interrotta, un lettore si infuria.

Canti delle Balene

"When you're curious, you find lots of interesting things to do"

La siepe di more

“I like persons better than principles, and I like persons with no principles better than anything else in the world.” O. Wilde

I libri secondo Arianna

Un libro deve essere un’ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi. (Franz Kafka)

lapiccolalibraiablog

Leggo perchè una vita sola non basta.

Di mezzelfi, muffin e fucili laser

L'angolino dei deliri di un'aspirante scrittrice

Chiaraleggetroppo

Venticinque anni e il naso sempre tra le pagine - Chistmas edition!

Milioni di Particelle

I libri sono l'aereo, il treno e la strada. Sono la destinazione e il viaggio. Sono casa. - Anna Quindlen

KEEP TRAVELLING ON

Diario di un Sagittario girovago

Con la valigia verde

Travel blog di Elisa Albanese

In viaggio da sola

Destinazioni e consigli per chi parte in viaggio da sola

L' ANTIGUIDA

Storie di viaggi contromano

E' come nelle grandi storie

quelle che contano davvero.

Valpur explains it all

Everything is geek and nothing hurts

• il Bosco dei Noccioli • Hazels Grove • OBOD

Riflessioni lungo la via Druidica /|\

Sangue Sacro

La Grotta della Luna

Ingrid Víðir - Il Sentiero tra i Salici

Percorrendo a piedi nudi la Via Sacra

Cronache di Betelgeuse

Un viaggio tra i libri...

Storie di Libri Dimenticati

Tutti hanno le Ali, devi solo ricordare come usarle per volare in alto.

☽ Se fossi una Strega ☾

Torniamo insieme alla scoperta della Magia delle Antiche Vie

Aglaia Hirschlauf

Il Cerchio della Strega

Sacred Iceland

An American Heathen's adventures in the land of ice and fire

of the Other People

on the Otherfaith, Other People, & Other Gods

Waincraft

Following the Call of the Land

Crumpets & co.

...pasticci culinari e non solo...

witchery

trapped in the broom closet

The Road, the Walker, and What Comes Next

Exploring Devotional Practice in Polytheism - Actual real-life blog of pagan author Silence Maestas