La Biblioteca di Amarganta

Tutti i post nella categoria La Biblioteca di Amarganta

Ice Cream Book Tag

Pubblicato giugno 17, 2015 da rollystardust

https://sefossiunastrega.files.wordpress.com/2015/06/strawberry-ice-cream-wallpaper-6.jpg?w=512&h=384

Mi hanno taggata in un book tag! Oh gioia *saltella senza motivo* Io adoro i tag, vi sommergerò e questo mi sembra l’ideale per battezzarvi in attesa di trovarne altri (muahah). Peccato che il blog taggato sia questo e non quello letterario ma fa niente, lo riposterò lì ^^ (per chi non lo sapesse, è La Biblioteca di Amarganta)

Ringrazio Se fossi una strega per avermi taggato. Il tag appartiene a Lettere d’Inchiostro.

Per partecipare, ecco le regole

– Usare l’immagine qui sopra per indicare la partecipazione;
– Menzionare chi ha creato il Book Tag e chi vi ha taggati (per quanto mi riguarda potete anche non essere taggati da nessuno, scatenatevi)
– Nominare qualche altro blog.

Partiamo subito!

MELONE: un libro che hai già deciso di leggere durante l’estate

18396600

Storia del magico incontro tra una ragazza e un cucciolo di balena che ha perso la mamma (Lynne Cox)

A quanto ho capito questa è una storia vera. A me sono sempre piaciute le storie con animali protagonisti, tipo La Gabbianella e il Gatto, e quando l’ho visto al Libraccio mi sono detta “Perchè no?”. Mi dà l’idea di essere magico ed è abbastanza corto per leggere tra una pausa e l’altra al lavoro quest’estate.

MENTA: una serie che ti è entrata nel cuore

La Trilogia dei Lungavista (Robin Hobb)

Ho amato questa serie. La storia di Fitz, i personaggi, l’ambientazione, tutto mi è rimasto qui, nel cuoricino, in attesa di ritornare a leggere questa splendida scrittrice che ho scoperto proprio grazie a questa saga.
E sì, anche Harry Potter è una saga che sta nel mio cuoricino, ci sono praticamente cresciuta assieme, ma se ci mettiamo tutti a dire Harry Potter la cosa diventa monotona, no? 😉

LIMONE: una serie difficile da digerire

Eroi dell’Olimpo (Rick Riordan)

Questa cosa va spiegata: io ho amato la prima serie di Percy Jackson. L’ho divorata, letteralmente. Amavo tutto, l’ambientazione, lo stile, i personaggi, la trama, tutto. Era Harry Potter 2.0 per me.
Poi è arrivato L’Eroe perduto. La Sorella l’ha letto prima di me e mi dice 1) Non c’è Percy, 2) C’è questo tizio che è figlio di Giove. Immaginate me: ero in lutto. Quindi all’inizio mi sono rifiutata di leggerlo. Poi la Sorella è andata avanti con la saga, ed è tutta entusiasta “Dai che è bello leggili! E’ tornato Percy!”. Io penso mah ma mi faccio convincere e mi approccio alla lettura.
Ci credete se vi dico che sono arrivata a metà del Marchio di Atena e poi il nulla?
Non è che sia una brutta saga, ma senza Percy come voce narrante principale ha perso la verve. Quindi è andata a finire che mi sono stufata ed è rimasta lì.
Adesso la Sorella sta comprando i libri, magari quando ce li avrò in casa li riprenderò in mano, ma per il momento…ciccia.

TIRAMISU’: un libro che ti ha tirato su di morale

Il prodigioso Maurice e i suoi geniali roditori (Terry Pratchett)

Io. amo. questo. libro. E’ bellissimo, adoro Maurice e mi ha fatto morire. E’ splendido, e la frase finale è la cosa che più mi dà…non lo so neanch’io, un misto di buonumore, carica e non so che altro, ma è davvero davvero un toccasana.
Perché certe storie finiscono, ma le vecchie storie continuano, e se uno vuole precorrere i tempi, deve ballare.

FIORDILATTE: un classico

L’isola del tesoro (Robert Louis Stevenson)

Ma ve lo devo davvero presentare? Avventura, pirati, navi, tesori nascosti, John Silver. E ho detto tutto.

FRAGOLA: un libro con una tenera storia d’amore.

Il dono della Fata (Gail Carson Levine)

Allora, voi mi dovete capire: io non leggo storie d’amore. Mai, nella maniera più assoluto. No, nein, nada. Odio le storie di lui e lei, con l’altra e poi l’altro e la sorella e la cugina…no. Non sono proprio da storie romantiche. Ciò non vuol dire che non apprezzi un po’ di romance in un libro: basta che non sia poi tanto preponderante. Detto ciò, ricordo con piacere la storiella d’amore tra un principe e questa benedetta ragazza costretta a ubbidire dall’incantesimo di una fata. Lei era una fantastica peste, e lui sembrava il classico principe, quindi mi piaceva l’idea che due così diversi potessero amarsi…insomma, è stata una lettura adolescenziale che ricordo con piacere.

CIOCCOLATO: un libro di cui aspetti il seguito.

Gli avventurieri delle Indie (Mark Keating)

Questo libro è bellissimo, è tipo L’isola del tesoro ma moderno, pieno di avventura, uno di quei libri che vorrei vedere al cinema. Ora, il seguito c’è già, forse anche più di uno, ma qualcuno li ha tradotti? No. E io non posso leggerlo in inglese, visto che è pieno di termini navali che mi farebbero diventare matta. Quindi spero che qualcuno si muova  e mi faccia un favore.

CAFFE’: un libro che ti ha fatto star sveglio la notte

Il seme del male (Joanne Harris)

Io non leggo spesso libri di paura o libri che passerei le nottate a leggere (più che altro perchè non ci arrivano alla notte, visto che li divoro in un giorno), ma questo mi stava facendo diventare matta, ho dovuto chiudere a forza. E mi dava un senso di panico che manco le storie di fantasmi che leggevo da bambina, anche se alla fine si perde un po’. Comunque davvero un buon libro.

Già finito? Mi stavo scialando. Ordunque, ecco i miei nominati:

Ingrid Vidir – Il sentiero tra i Salici
Cronache di Betelgeuse
Contes du Jour et de la Nouit
Occhi di terra e di cielo

Alla prossima!

Witchy Books Challenge – La Strega di Pian del Lago

Pubblicato dicembre 27, 2013 da rollystardust

 

Titolo: La Strega di Pian del Lago
Autore: Anonimo
Prezzo: 16,00 euro
Data di pubblicazione:
Pagine: 134
Editore: Edizioni della Terra di Mezzo
Trama: Un racconto incantato, ambientato ai nostri giorni. Una giovane bellissima Strega che vive in una località isolata o si dovrebbe dire inaccessibile, visto il numero e la forza delle strane presenze che, da tempo immemorabile, la abitano. La montagna, il lago, il torrente, la natura incontaminata in cui vive la giovane donna con le sue dodici capre, due gatte, un cane. Ma vi è qualcosa al di là delle semplici, seppur armoniose abitudini della signorina Marion; ella vive la natura con un’intensità e una profondità che non sono date a tutte le persone; conosce segreti a lei giunti attraverso gli insegnamenti della madre, della nonna, della bisnonna e così di seguito attraverso una tradizione di millenni. Si sono sempre chiamate Streghe ed entrare in contatto con una di esse poteva essere esperienza bellissima o tremenda, entrambe le cose o nessuna delle due, dato che il loro potere è sempre stato grande ed il loro agire intellegibile agli umani. Così è anche per la signorina Marion… e un giorno arriva a Pian del Lago un uomo del tutto normale…

Ho finito questo libro in un’ora scarsa e l’ho adorato. E’ una storia leggera e profonda al tempo stesso, coi toni di una fiaba ma dagli argomenti decisamente adulti. E’ una storia incentrata fondamentalmente sul rispetto della natura, con una strizzata d’occhio alla saggezza e alla via femminile. Lo consiglio a tutti, grandi e piccini.

Witchy Books Challenge – La magia delle rune

Pubblicato dicembre 6, 2013 da rollystardust


Titolo: La magia delle Rune
Autore: Jean Paul Ronecker
Prezzo: 17,00 euro
Data di pubblicazione: 2008
Pagine: 176
Editore: Età dell’Acquario

Dopo un fotto di tempo, ritorno a scrivere qualcosina sul blog…meglio che mi sbrighi, tra un po’ finisce la challenge e io sono indietro con le recensioni!

Tornando a noi, trovo che il libro non sia questo granchè. A parte che ripete in più di un’occasione che non serve conoscere la mitologia nordica per usare le rune, cosa a mio parere sbagliatissima, inoltre trovo che avrebbe potuto essere più approfondito, per un sistema divinatorio così complesso. Dedica una parte alla storia delle rune e a un minimo di mitologia nordica, per poi lanciarsi sul parlare delle varie rune nello specifico, però mi è sembrato molto generico e soprattutto dedicava poco spazio al significato divinatorio (per carità, il libro è esplicitamente dedicato all’uso delle rune nell’arte magica, quindi ci sta, però se si è dei neofiti come me la cosa può apparire frustrante). In ogni caso era carino il capitoletto dedicato alle iscrizioni magiche con le rune, ma ripeto, a parte questa piccola parte, secondo me se si vogliono studiare le rune è meglio partire con qualcos’altro.

Witchy Books Challenge – Il mondo delle fate

Pubblicato novembre 13, 2013 da rollystardust

Titolo: Il mondo delle fate
Autore: A. Franklin
Prezzo: 16,50 euro
Data di pubblicazione: 2006
Pagine: 220
Editore: Armenia

Sarò sincera, non trovo questo libro particolarmente valido. Tralasciando il poco approfondimento della tematica trattata (che di per sè è già piuttosto vasta), ho notato che ci sono delle parti che si ripetono. Parola per parola, come se avessero fatto copia e incolla. A me questo sembra veramente assurdo, e anche un po’ scortese, non so se da parte del traduttore o da parte dell’autrice stessa.
Le storie narrate sono le stesse che ho trovato anche in altri libri sulle fate, quindi personalmente non ho visto nulla di particolarmente originale.

Le uniche cose carine che ho trovato sono le meditazioni guidate (peraltro un po’ troppo descrittive), gli esercizi e le ricette varie di incantesimi e compagnia bella. Personalmente, a parte questa piccola nota positiva, non consiglio questo libro: ce ne sono di molto migliori. Se vi capita di trovarlo in biblioteca o farvelo prestare, approfittatene per segnarvi gli esercizi e le ricette che vi interessano, ma se dovete comprarlo lasciate perdere.

Witchy Books Challenge – La Stregoneria in Italia

Pubblicato novembre 11, 2013 da rollystardust


Titolo:  La Stregoneria in Italia
Autore: Andrea Romanazzi
Prezzo: 18,00 euro
Data di pubblicazione: 2007
Pagine: 250
Editore: Venexia

Questo libro è uno dei pochi che ho visto in giro sulla stregoneria italiana. E già vuol dire molto. (Poi può essere che non ho guardato bene eh!). Se ci aggiungiamo il fatto che è scritto con un rigore e un atteggiamento quasi scientifici potete già tirare fuori i soldi. Romanazzi lascia poco spazio alle divagazioni sentimentali, alla poesia che si trova in altri libri sulla stregoneria, per adottare un registro quasi sterile e, che tuttavia raggiunge il suo scopo: spiegare in modo scientifico e il più possibile scevro da interpretazioni (che comunque ci sono, ma non vanno a intaccare l’esposizione dei fatti) una diffusione di gesti e rituali tutti italiano. Dalla spiegazione del malocchio agli incantesimi d’amore, questo libro è una miniera di informazioni per chi è interessato alla panoramica stregonica italiana.
Personalmente l’ho apprezzato molto, il fatto che abbia un taglio da “tesi di laurea” più che da manuale della Stregoneria gioca a suo vantaggio. Insomma, non è facile veloce e scorrevole come altri libri, ma secondo me è molto accurato. Lo consiglio vivamente.

Witchy Books Challenge – Il sentiero della Dea

Pubblicato ottobre 26, 2013 da rollystardust

 

Titolo: Il sentiero della Dea
Autore: Phyllis Currott
Prezzo: 22,00 euro
Data di pubblicazione: 2012
Pagine: 381
Editore: Venexia
Trama: In questo libro l’autrice racconta il viaggio spirituale che l’ha portata sulle tracce della Dea, alla riscoperta del sacro dentro di noi, in un connubio inviolabile con le energie della NaturaIl suo Libro delle ombre traccia le tappe della sua scoperta della Wicca, e di un’arte tanto antica quanto contemporanea, racchiusa tra i segreti delle piante, i fenomeni atmosferici, le parole e gli spiriti invisibili. L’incontro con donne di saggezza e con i miti perpetuati dalla storia le ha svelato la bellezza e potenza di una divinità immanente, che tutti possiamo conoscere tramite i simboli, i sogni, le tecniche divinatorie e i rituali, espressioni del sacro in ogni aspetto della vita.

Allora, specifico innanzitutto, per chi non l’avesse capito, che questo non è un saggio o un manuale: è un racconto. Autobiografico, cero, ma è un racconto, quindi non vi aspettate il manuale degli incantesimi, quello è “L’arte della magia”. Qui c’è sì un piccolo appendice con incantesimini e robine varie, ma tutto è incentrato sulla narrazione.

Detto questo, io la trovo una lettura per certi versi illuminante. Si tratta in realtà di una storia semplice, autobiografica, scritta in maniera tranquilla, scorrevole, ma con delle punte dove, giustamente peraltro, la narrazione dei fatti quotidiani si trasforma in una piccola lezione di storia dai toni un po’ più poetici (giusto un po’).  E’ un bel racconto, senza una grande pretesa di lirismo, ma che comunque dà un’idea della magia che vive questa donna.

E’ illuminante, per certi versi, per il modo semplice in cui descrive la vita di una wiccan o aspirante tale (come è lei nel libro), dando risposta a domande a volte “stupide” ma che se si fa una pratica solitaria possono sorgere abbondanti.

Io personalmente lo consiglio a chi vuole inoltrarsi in questo mondo, o a chi ha appena cominciato, e ancora non sa bene cosa aspettarsi.

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

Travel Stories

Storie e consigli di viaggio di una hippie girl con il cuore a est

La Biblioteca di Amarganta

I narratori e i cantori di Fantàsia

Viaggio 922

Viaggio senza stancarmi, con occhi grandi sul mondo

My travels diaries

Una piccola finestra sul mondo

AGRUMI

Spremute acide di una viaggiatrice sentimentale

#ODIOLESERIEINTERROTTE

Per ogni nuova serie interrotta, un lettore si infuria.

Canti delle Balene

"When you're curious, you find lots of interesting things to do"

La siepe di more

“I like persons better than principles, and I like persons with no principles better than anything else in the world.” O. Wilde

I libri secondo Arianna

Un libro deve essere un’ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi. (Franz Kafka)

lapiccolalibraiablog

Leggo perchè una vita sola non basta.

Di mezzelfi, muffin e fucili laser

L'angolino dei deliri di un'aspirante scrittrice

Chiaraleggetroppo

Venticinque anni e il naso sempre tra le pagine - Chistmas edition!

Milioni di Particelle

I libri sono l'aereo, il treno e la strada. Sono la destinazione e il viaggio. Sono casa. - Anna Quindlen

KEEP TRAVELLING ON

Diario di un Sagittario girovago

Con la valigia verde

Travel blog di Elisa Albanese

In viaggio da sola

Destinazioni e consigli per chi parte in viaggio da sola

L' ANTIGUIDA

Storie di viaggi contromano

E' come nelle grandi storie

quelle che contano davvero.

Valpur explains it all

Everything is geek and nothing hurts

• il Bosco dei Noccioli • Hazels Grove • OBOD

Riflessioni lungo la via Druidica /|\

Sangue Sacro

La Grotta della Luna

Ingrid Víðir - Il Sentiero tra i Salici

Percorrendo a piedi nudi la Via Sacra

Cronache di Betelgeuse

Un viaggio tra i libri...

Storie di Libri Dimenticati

Tutti hanno le Ali, devi solo ricordare come usarle per volare in alto.

☽ Se fossi una Strega ☾

Torniamo insieme alla scoperta della Magia delle Antiche Vie

Aglaia Hirschlauf

Il Cerchio della Strega

Sacred Iceland

An American Heathen's adventures in the land of ice and fire

of the Other People

on the Otherfaith, Other People, & Other Gods

Waincraft

Following the Call of the Land

Crumpets & co.

...pasticci culinari e non solo...

witchery

trapped in the broom closet

The Road, the Walker, and What Comes Next

Exploring Devotional Practice in Polytheism - Actual real-life blog of pagan author Silence Maestas