Lune e animali-totem allo sbaraglio

Allora, ho un problema. Sono arrivata a quel punto nella conduzione di un blog in cui mi chiedo che taglio dare, in definitiva. Cioè, ora come ora, è un po’ un miscuglio tra interventi alla Signorini, articoli di paganesimo (pochi pochi, ancora non sono in grado di fare degli articoli veri, con informazioni che non siano scopiazzate di qua e di là, quindi tanto vale non farli), post di vita privata e recensioni varie. E mi piacerebbe fare un po’ di ordine. So perfettamente che se solo mi azzardo a spostare qualcosa su un altro blog o simili, lo lascerò a morire dopo il primo post: ho capito che non riesco a gestire ventimila cose in contemporanea. Quindi mi dividerò le cose qui, magari cercando di dare una sistemata e fare più articoli degni. Tra l’altro, ho un lavoro in mente da fare.

Dovete sapere che un po’ di tempo fa, non ricordo quanto esattamente, mi sono presa lo sfizio di comprare L’oracolo dei Druidi (credo di averne parlato da qualche parte). Ora, questo splendido mazzo di carte mi ha molto ispirato, e nel tentativo di conoscere meglio gli animali Totem in generale, ho pensato di studiarmeli una per volta, un mese alla volta. E mi è venuta l’illuminazione: perchè non farlo seguendo il ciclo delle lune celtiche? Prenderei due piccioni con una fava (cioè, animali e lune insieme).

Ma questo comporta un paio di problemi:

  1. Le carte del mazzo sono molto più di tredici. Alcune rimarrebbero fuori dal progetto, e mi dà fastidio perchè si tratta di animali eccezionali che vorrei approfondire (le quattro carte dei draghi, giusto per dirne una).
  2. La lunazione di Agosto/Settembre (credo, se non ricordo male, non mi linciate) è la Luna dell’Airone. In sto benedetto mazzo di tutto c’è, tranne l’airone. E mò come faccio? Cioè, potrei lasciare da parte le carte per quella luna (e un po’ mi dispiace, perchè messe sull’altare fanno la loro porca figura) (e poi mi girano le palle che ci sono tutti quei bei totem lì che rimangono fuori dal giro) oppure provare a sostituirlo con qualcosa di simile, ma non conosco bene l’animale nè la luna nè saprei come fare, quindi è da escludere. Magari mi farò disegnare una delle carte vuote (ce n’è una o due nel mazzo) da mia sorella o troverò qualcosa su internet da appiccicarci sopra o proverò a disegnarlo io stessa (che sarebbe l’opzione migliore, ma verrebbe una ciofeca perchè io non sono in grado).

Ergo. Inoltre, alla fine di ogni lunazione vorrei fare un articoletto abbastanza approfondito sulle energie della luna appena passata e il suo rapporto con l’animale-totem, con magari una meditazione/invocazione/poesia/sarcazzo scritta da me o comunque recuperata da qualche parte, insomma, un lavoro bello di fino. Quindi devo vedere un po’. Il problema maggiore è, finito l’anno, trovare un modo per continuare lo studio dei totem. Tra l’altro, entro la prossima luna blu devo aver trovato il mio, perchè, come dice il caro Sciamanesimo celtico, alla tredicesima lunazione è associato il proprio totem personale. Insomma, me la devo studiare un attimino, ma è un lavor che mi piacerebbe molto fare. Non parlo di viaggi sciamanici, perchè ora che arrivo a quelli ciao.

Poi ci sono altri lavori che vorrei fare, approfondire altre cose, il Piccolo Popolo, determinate divinità…ma per quelli temo ci sarà da aspettare, non posso fare milioni di cose contemporaneamente. Amen.

Insomma, se avete qualche consiglio è bene accetto. Intanto io cerco di decidere e poi vi faccio sapere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...