Civil War

Ricordo la prima volta che capii cosa significasse essere un americano…cosa significasse essere un patriota. Ero solo un ragazzino…talvolta mi sembra sia passato un milione di anni. Avrò avuto 12 anni, stavo leggendo Mark Twain. Lessi un passaggio che mi colpì profondamente…un passaggio così potente, così vero, che cambiò la mia vita. lo memorizzai per poterlo ripetere nel corso degli anni. Diceva…”In una repubblica, chi è la nazione? Forse il governo al potere? Bè, il governo è solo un potere temporaneo; non può determinare cosa sia giusto e cosa sbagliato, e decidere chi sia un patriota e chi no. La sua funzione è obbedire agli ordini, non impartirli. Chi è allora, la Nazione? Forse la stampa? I predicatori? No, queste sono solamente parti della nazione. Non detengono il comando, se non parzialmente. In una monarchia, il re e la sua famiglia sono la nazione; in una repubblica, la nazione è la voce collettiva della gente. Ognuno di voi, prendendosi la propria responsabilità, deve parlare per se stesso. E’ una responasabilità solenne e pesante, a cui non possono farci rinunciare le pressioni dei predicatori, della stampa, del governo o dei vuoti slogan politici. Ognuno deve decidere da solo cosa è giusto e cosa sbagliato. Quale soluzione sia patriottica e quale no. Se ci si sottrae a questo, non si può continuare a definirsi uomini. Andare contro le tue convinzioni significa tradire inqualificabilmente te stesso e il tuo paese, lasciarsi etichettare dagli altri. Se tu -unico in tutta la nazione- sceglierai una strada, giusta secondo la tua idea di giustizia, avrai fatto il tuo dovere nei confronti tuoi e del tuo paese. Tieni alta la testa. Non hai nulla di cui vergognarti.” Non importa cosa dice la stampa. Non importa cosa dicono i politici e i mass media. Non importa se l’intero Paese decide che qualcosa di sbagliato è giusto. Questa nazione è fondata su un principio supremo: lottare per ciò in cui crediamo, quali che siano le difficoltà e le conseguenze. Quando la massa e la stampa e il mondo intero ti dicono di spostarti, il tuo compito è quello di piantarti come un albero accanto al fiume della verità e dire al mondo: “No, spostati tu.”
Captain America, Civil War

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...