Archivi

Tutti gli articoli per il mese di ottobre 2013

Venghino signori venghino!

Pubblicato ottobre 30, 2013 da rollystardust

Spammo un po’ questa nuova iniziativa della Modern Witch League, che mi sembra molto poco esecrabile e molto molto celebrabile:

Modern Witch League – Coven

Dalla pagina FB:

***La Modern Witch League © nasce con l’intento di riunire tutte le streghe del web che amano portare avanti L’Arte in tutte le sue forme.***

Benvenuti in “MWL – Coven”, un collettivo aperto a tutti gli iscritti alla MWL!

Descrizione:

“Coven” nasce come un’estensione del progetto “Modern Witch League (http://sacerdotessediavalon.forumcommunity.net/?f=6928294); il nostro scopo vuol essere quello di riunire sotto un unico nome tutti coloro che hanno integrato il social networking e la diffusione di contenuti via web nella loro pratica spirituale, nella speranza di creare una rete di contatti più ampia possibile e allo stesso tempo di offrire una panoramica esaustiva della nostra comunità neopagana a quanti si stanno avvicinando a queste tematiche.

Cerchiamo di riunire persone che abbiano voglia di raccontarsi, di condividere la loro “vita da streghe moderne”, sia che già abbiano i loro spazi personali online, sia che stiano pensando di crearne. Ci stiamo attrezzando per poter raccogliere qualsiasi genere di contributo: via facebook e twitter ci auguriamo di condividere articoli, link, contatti, eventi e fotografie; sul canale YouTube si potrà pubblicare materiale audiovisivo (nei limiti delle concessioni di copyright), e tramite l’account Ask.fm ci offriamo come consulenza come e quando rientra nelle nostre possibilità. Naturalmente si richiedono educazione e buone maniere, nonché il buonsenso di capire che – trattandosi di un’organizzazione di tipo neopagano – lo spazio è riservato esclusivamente a materiale che sia pertinente ai temi trattati. La partecipazione al Coven è assolutamente spontanea e aperta a tutti, ma l’amministrazione si riserva il diritto di cancellare contenuti non appropriati e allontanare utenti problematici, con preavviso.

Link utili:

Twitter – https://twitter.com/MWL_CovenCanale

YouTube – http://www.youtube.com/channel/UCKjvMitukZ_RwlnWsH5E-cw

Facebook: https://www.facebook.com/modernwitchleague.coven?hc_location=stream

Ask: in preparazione

La cosa mi piace, e mi ci sono lanciata (con un po’ di panico, come sempre quando si tratta di avere rapporti interpersonali -_-). Mi piace soprattutto il fatto di dare attenzione soprattutto al fatto che siamo streghe, siam magare, ma le bollette le dobbiamo pagare, ecco. Siamo meno mistiche di quello che può sembrare da chi non ci conosce. O forse siamo mistiche, ma in superficie c’è giusto un pizzico di fascino e mistero: abbiamo una vita interiore profonda, ma andiamo a fare la spesa al supermercato come tutti quanti.
Quindi venghino signori venghino, l’entrata è libera e la clientela gradita!

MWL: Pantheon Tag – Bastet

Pubblicato ottobre 28, 2013 da rollystardust

Hai un famiglio?

In verità, no. Mi piacerebbe avere un compagno di viaggio, non importa se “fisico” o “astrale” (passatemi i termini), ma finora vuoi per un motivo vuoi per un altro non sono ancora riuscita a trovarlo. Arriverà quando sarà il momento, immagino. No, per il momento ho solo un gatto che più che un famiglio è un guardiano della casa, o un killer professionista, una delle due.

Witchy Books Challenge – Il sentiero della Dea

Pubblicato ottobre 26, 2013 da rollystardust

 

Titolo: Il sentiero della Dea
Autore: Phyllis Currott
Prezzo: 22,00 euro
Data di pubblicazione: 2012
Pagine: 381
Editore: Venexia
Trama: In questo libro l’autrice racconta il viaggio spirituale che l’ha portata sulle tracce della Dea, alla riscoperta del sacro dentro di noi, in un connubio inviolabile con le energie della NaturaIl suo Libro delle ombre traccia le tappe della sua scoperta della Wicca, e di un’arte tanto antica quanto contemporanea, racchiusa tra i segreti delle piante, i fenomeni atmosferici, le parole e gli spiriti invisibili. L’incontro con donne di saggezza e con i miti perpetuati dalla storia le ha svelato la bellezza e potenza di una divinità immanente, che tutti possiamo conoscere tramite i simboli, i sogni, le tecniche divinatorie e i rituali, espressioni del sacro in ogni aspetto della vita.

Allora, specifico innanzitutto, per chi non l’avesse capito, che questo non è un saggio o un manuale: è un racconto. Autobiografico, cero, ma è un racconto, quindi non vi aspettate il manuale degli incantesimi, quello è “L’arte della magia”. Qui c’è sì un piccolo appendice con incantesimini e robine varie, ma tutto è incentrato sulla narrazione.

Detto questo, io la trovo una lettura per certi versi illuminante. Si tratta in realtà di una storia semplice, autobiografica, scritta in maniera tranquilla, scorrevole, ma con delle punte dove, giustamente peraltro, la narrazione dei fatti quotidiani si trasforma in una piccola lezione di storia dai toni un po’ più poetici (giusto un po’).  E’ un bel racconto, senza una grande pretesa di lirismo, ma che comunque dà un’idea della magia che vive questa donna.

E’ illuminante, per certi versi, per il modo semplice in cui descrive la vita di una wiccan o aspirante tale (come è lei nel libro), dando risposta a domande a volte “stupide” ma che se si fa una pratica solitaria possono sorgere abbondanti.

Io personalmente lo consiglio a chi vuole inoltrarsi in questo mondo, o a chi ha appena cominciato, e ancora non sa bene cosa aspettarsi.

Scheletro studenti, studenti scheletro

Pubblicato ottobre 18, 2013 da rollystardust

Mi rendo conto che è tipo un fotto che non scrivo post che non siano attività della Lega o video vari. Diciamo che ho avuto un po’ da fare.

Tanto per cominciare, ho cominciato l’Università. Non sono ancora ufficialmente iscritta, per colpa di sei crediti da recuperare potrò iscrivermi solo a gennaio, però intanto sto seguendo le lezioni.

Lo sapete, che avevo dei dubbi sulla Statale. Tuttora faccio ancora fatica a sentirmi a casa, ancora mi sento molto legata alla Cattolica (che odiavo con tutte le mie forze, ma tra la partenza di metà del nostro gruppo adesso se ci penso mi viene una nostalgia enorme). PERO’. Le lezioni, per il momento, sono piuttosto deprimenti: Letteratura Greca, Archeologia romana e Letteratura latina me le eviterei volentieri. Cioè, ieri ad Archeo ho passato metà della lezione a guardare il prof con sguardo vacuo, mentre nella mia testa era tutto un che cazzo sta dicendo? PERO’. Due corsi si salvano, grazie al cielo.

Egittologia. Che quando entro in aula mi sento come se avessi la chiamata divina. La vocazione. L’illuminazione. Amo questa materia, mi piace veramente un casino. L’Egitto è un po’ il motivo per cui sono diventata archeologa. Sento che chiederò di fare la tesi su questo. Quando spiega sento di essere trasportata nel mio mondo ideale. Spero che la guerra in Egitto finisca presto perchè ho deciso che andrò a scavare lì.

Antropologia. Non sono entusiasta quanto la Elena di questo corso (che ama come io amo Egittologia, per intenderci) però mi interessa parecchio. Ok, la prima e unica lezione che ho frequentato finora l’ha passata a parlare dello scheletro umano, tra l’altro a una tale velocità che a un certo punto ho praticamente smesso di prendere appunti…spero di non dovermene pentire. In ogni caso da martedì cominciano le esercitazioni e non vedo l’ora di trovarmi le ossa in mano. Sapere che l’esame consiste nel mettermi in mano un osso e chiedermi che cos’è, se era di un uomo o una donna, l’età, le patologie, ecc. Cioè, è troppo figa sta cosa.

Quindi si va e si continua. Nel primo periodo ho fatto una fatica incredibile ad abituarmi agli orari, e il lunedì sono a casa! Almeno ora sono un po’ più tranquilla e riesco a ritagliarmi dei momenti per fare cose (tipo il video. A proposito, mi sa che oggi ne faccio un altro).

Tra l’altro, tra lunedì e martedì c’è stato qui Sascha, mio padre l’ha assunto per tagliare le siepi. Doveva metterci una giornata, invece ce ne ha messe due, più domenica mattina che deve venire qui e fare gli ultimi ritocchi e portare via i sacchi…povero. Che comunque, l’ho aiutato a tirare su le foglie e a fine giornata ero più stanca di lui.

Sta di fatto che ha dovuto sradicare la vite. Io ero di un depresso allucinante, al punto che quando lui ha visto che un ramo si poteva salvare mi ha chiamato subito. Le due viti erano di un malato allucinante, tra l’altro la bianca mio padre l’aveva piantata all’ombra delle siepi, quindi era pure piccola. Spero che almeno quel rametto si salvi, l’abbiamo messo nel vaso e legato a tutti i sostegni possibile e immaginabile, spero che arrivi alla prossima primavera, quando lo potrò piantare nella terra (dove dico io questa volta. Vedi a non darmi ascolto, pa’?). In più, ho preso un rametto di quella rossa, e l’ho messo a essiccare, vorrei farci una bacchetta prima o poi.

Ho preso il necessaire per fare gli incensi. Volevo farne uno all’artemisia per Samhain, ma c’è giusto il problema tattico che non ho un mortaio che non sia in legno. Non so se rischiare o cercare un’alternativa. Io ci andrei anche all’Ikea a buttare un occhio (sul sito ho visto che ne vendono uno in pietra reversibile…cioè, immagino che lo puoi girare) il punto è trovare il tempo prima del 31. E anche se ci vado il prossimo weekend, non so se i dischetti sarebbero pronti in tempo. Mi sa che troverò un’alternativa.

Comunque ne ho di cose da fare. Magari vi posto qualche foto, perchè c’è anche il pentacolo d’altare per il Made with Magic e penso che oggi mi cimenterò. E stasera è pure Luna Piena. Auguri.

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

Travel Stories

Storie e consigli di viaggio di una hippie girl con il cuore a est

La Biblioteca di Amarganta

I narratori e i cantori di Fantàsia

Viaggio 922

Viaggio senza stancarmi, con occhi grandi sul mondo

My travels diaries

Una piccola finestra sul mondo

AGRUMI

Spremute acide di una viaggiatrice sentimentale

#ODIOLESERIEINTERROTTE

Per ogni nuova serie interrotta, un lettore si infuria.

Canti delle Balene

"When you're curious, you find lots of interesting things to do"

La siepe di more

“I like persons better than principles, and I like persons with no principles better than anything else in the world.” O. Wilde

I libri secondo Arianna

Un libro deve essere un’ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi. (Franz Kafka)

lapiccolalibraiablog

Leggo perchè una vita sola non basta.

Di mezzelfi, muffin e fucili laser

L'angolino dei deliri di un'aspirante scrittrice

Chiaraleggetroppo

Venticinque anni e il naso sempre tra le pagine - Chistmas edition!

Milioni di Particelle

I libri sono l'aereo, il treno e la strada. Sono la destinazione e il viaggio. Sono casa. - Anna Quindlen

KEEP TRAVELLING ON

Diario di un Sagittario girovago

Con la valigia verde

Travel blog di Elisa Albanese

In viaggio da sola

Destinazioni e consigli per chi parte in viaggio da sola

L' ANTIGUIDA

Storie di viaggi contromano

E' come nelle grandi storie

quelle che contano davvero.

Valpur explains it all

Everything is geek and nothing hurts

• il Bosco dei Noccioli • Hazels Grove • OBOD

Riflessioni lungo la via Druidica /|\

Sangue Sacro

La Grotta della Luna

Ingrid Víðir - Il Sentiero tra i Salici

Percorrendo a piedi nudi la Via Sacra

Cronache di Betelgeuse

Un viaggio tra i libri...

Storie di Libri Dimenticati

Tutti hanno le Ali, devi solo ricordare come usarle per volare in alto.

☽ Se fossi una Strega ☾

Torniamo insieme alla scoperta della Magia delle Antiche Vie

Aglaia Hirschlauf

Il Cerchio della Strega

Sacred Iceland

An American Heathen's adventures in the land of ice and fire

of the Other People

on the Otherfaith, Other People, & Other Gods

Waincraft

Following the Call of the Land

Crumpets & co.

...pasticci culinari e non solo...

witchery

trapped in the broom closet

The Road, the Walker, and What Comes Next

Exploring Devotional Practice in Polytheism - Actual real-life blog of pagan author Silence Maestas