44 days of Witchery: Day 36 – Flower of your choice, and its magical properties

36 – Fiore di vostra scelta, e le sue proprietà magiche

Papavero

Genere: Femminile
Pianeta: Luna
Elemento: Acqua
Poteri: Fertilita’, Amore, Sonno, Denaro, Fortuna

Uso Magico:

I semi di papavero e I fiori vengono usati nelle misture per favorire il sonno.
I semi vengono anche mangiati o portati con se’ per promuovere la fertilita’ e attrarre fortuna e denaro.
Un tempo le teste dei semi venivano dorate e indossate come talismani per la ricchezza.
I semi vengono anche aggiunti al cibo per indurre l’amore, o usati in sacchetti per lo stesso scopo.

Se desideri avere una risposta a un quesito, scrivilo con inchiostro blu su un foglio di carta bianco. Mettilo in un baccello (guscio) di semi di papavero e posiziona tutto sotto al cuscino. La risposta arrivera’ in sogno.

Metti a bagno semi di papavero nel vino per 15 giorni. Dopo questi bevi il vino ogni giorno, per 5 giorni, a digiuno. Secondo la tradizione in questo modo sarai in grado di renderti invisibile quando lo desideri.

(Fonte: Cunningham’s Encyclopedia of Magical Herbs di Scott Cunningham)

Annunci

Witchy Books Challenge – Il Risveglio della Dea

Il potere sciamanico della donne. La via femminile alla guarigione.

Titolo: Il Risveglio della Dea
Autore: Vicki Noble
Prezzo: 10 euro
Data di pubblicazione: luglio 1998
Pagine: 281
Editore: Tea Edizioni

Ho trovato questo libro sinceramente bello. (E’ diventata un po’ una costante in tutte le mie recensioni…sto diventando monotona). In ogni caso è un libro che mi ha ispirata molto: ha un’atmosfera che ti tiene incollata e ti travolge. E’ uno di quei libri che ti rimane dentro anche molto tempo dopo che l’hai letto, io mi ritrovo ancora adesso, a distanza di giorni, ad accarezzarne la copertina come si farebbe a un amante (sì, è imbarazzante).

Il libro tratta soprattutto di sciamanesimo e femminilità, e della stretta connessione tra i due. E’ ricco di spunti di riflessione e di lavoro (nonostante non sia un libro di esercizi, anzi), e i temi trattati sono sicuramente affascinanti. Molti non apprezzano questo libro perchè ritenuto troppo femminista: è vero, l’autrice (che è una femminista dichiarata) parla molto poco dell’universo maschile in questi ambiti, concentrandosi moltissimo su quello femminile. A me questo dettaglio non ha infastidito particolarmente, è normale che in un mondo come il nostro una donna che cerchi di affermare la propria visione della femminilità deve andarci giù pesante. Come dico sempre io, prendi la carne e scarta l’osso: il libro è bellissimo e rovinarsi la lettura per un semplice dettaglio mi sembra oltremodo stupido. Decisamente consigliato.

44 days of Witchery: Day 35 – Something that I think people who don’t know much about paganism/witchcraft should know

35 – Qualcosa che penso che la gente non sa e dovrebbe sapere sul paganesimo o stregoneria

Non siamo satanisti.  Non adoriamo il diavolo e non andiamo in giro a rapire bambini per mangiarceli. E per tutti gli Dei, NON facciamo sacrifici umani nè animali. L’unica cosa che ho sacrificato in tutta la mia vita è un mandarino. E prima che me lo chiedete, no, non viviamo neanche nel mondo delle favole. Se c’è una cosa che odio di più di chi ci considera degli assassini, è chi ci considera scemi.

Witchy Books Challenge – La Via delle Fate

Un Viaggio verso mondi inesplorati.

Titolo: La Via delle Fate
Autore: Hugh Mynne
Prezzo: 12,90 euro
Data di pubblicazione: giugno 2002
Pagine: 195
Editore: Macroedizioni

Allora. Questo libro non parla di fate. O meglio, se cercate qualcosa che vi parli delle figure relative al Piccolo Popolo un po’ nel dettaglio, cercate altrove. Questo libro parla della Tradizione fatata (o feerica che dir si voglia). E’ una tradizione un po’ particolare, che a dir la verità non è spiegata particolarmente bene nel libro, a parte un po’ di storia all’inizio. Non parla delle feste, delle credenze e di tutte quelle cose che fanno parte di una tradizione pagana. Questo libro va dritto al punto: come entrare in contatto con il mondo feerico. Ci sono un sacco dii esercizi/meditazioni guidate per addentrarsi in questo universo e che credo siano abbastanza valide (anche se ancora non le ho provate). Addirittura c’è una meditazione per incontrare il proprio amante fatato (che detta così fa molto telenovela, ma il bello è che è una cosa seria). Il libro è serio, documentato e sicuramente valido. E’ interessante e apre a un nuovo modo di intendere il mondo fatato. Personalmente mi è piaciuto molto e lo consiglio vivamente.