Tell The Owl – Argomento ⑩: La nostra festa e la ruota dell’ anno

Pubblicato aprile 29, 2013 da rollystardust

Ok, ci stiamo avvicinando alla fine, quindi calma e gesso.

Argomento numero dieci: noi e le feste.

Dunque. Vi dirò la verità: io festeggio regolarmente solo da questa estate, di fatto. Negli ultimi otto anni (da quando ho scoperto il paganesimo cioè) ogni tanto mi sono ritrovata a festeggiare qualche Sabba, di solito Samhain o Imbolc, però mai con continuità, anche perchè davvero non avevo la benchè minima idea di cosa accidenti dovessi fare. E anche perchè sono una pigra cronica, fatto che mi è sempre stato fonte di grossi problemi.

Come dicevo, è più o meno da luglio dell’anno scorso che celebro con una certa regolarità le festività pagane. Mi è capitato di saltare qualche cosa (specialmente quest’inverno, dove non ho festeggiato ne Samhain nè Yule), ma bene o male cerco di festeggiarle tutte.

Non ho specificato, ma sto parlando degli otto Sabbat diffusi nel neopaganesimo, con cui ho un rapporto particolare, che mi rendo conto si modifica di anno in anno. Come ho detto prima non celebro sempre, ma solo quando me la sento/ho voglia/ho tempo ed energie (l’ultima è la condizione più spiazzante, perchè magari vorrei celebrare ma non riesco e allora mi deprimo…per colpa della laurea non ho celebrato niente da ottobre a febbraio e mi sentivo sempre più nervosa e irrequieta. Poi a Imbolc ho mandato tutto al diavolo e ho celebrato per una mezzoretta. Vi giuro che mi sentivo rinata).

Non ho ancora una festa preferita in modo particolare, forse Mabon, perchè ultimamente è quella che ho sentito di più, o Imbolc…ma bene o male in tutte c’è qualcosa che mi piace. Ultimamente sto sentendo un bisogno tremendo di Beltane, per saltare e ballare e tirare via tutte queste energie in eccesso che paradossalmente mi stanno tenendo ferma (tra l’altro è dopodomani…la smetterà di piovere?).

Rramente faccio cerchi e rituali particolarmente elaborati: sistemo il mio altare e faccio piccole cosine, lascio offerte e medito un po’, ma tutto in modo molto semplice e spontaneo. Adesso che sta arrivando la bella stagione vorrei provare a celebrare in giardino, se i miei vicini non si sconvolgono, o provare ad andare al Parco o comunque starmene all’aperto.

Gli Esbat li celebro quando posso, anche questi ogni tanto li lascio un po’ andare ma cerco di festeggiarli perchè sono feste a cui tengo, a volte con il cerchio, altre volte semplicemente facendo piccoli incanti o latre azioni che possono connettersi a quel particolare Esbat. Anche in questo caso vale la regola del “lo faccio se ho voglia”.

Non seguo altre feste particolari (anche perchè ne conosco poche) nè ho particolari anniversari da festeggiare, quindi il mio discorso di fatto si conclude qui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La Taberna Simposiale

La scrittura ti appassiona? Dillo con noi!

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

Travel Stories

Storie e consigli di viaggio di una hippie girl con il cuore a est

La Biblioteca di Amarganta

I narratori e i cantori di Fantàsia

Viaggio 922

Viaggio senza stancarmi, con occhi grandi sul mondo

My travels diaries

Una piccola finestra sul mondo

AGRUMI

Spremute acide di una viaggiatrice sentimentale

#ODIOLESERIEINTERROTTE

Per ogni nuova serie interrotta, un lettore si infuria.

Canti delle Balene

"When you're curious, you find lots of interesting things to do"

La siepe di more

“I like persons better than principles, and I like persons with no principles better than anything else in the world.” O. Wilde

I libri secondo Arianna

Un libro deve essere un’ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi. (Franz Kafka)

lapiccolalibraiablog

Leggo perchè una vita sola non basta.

Di mezzelfi, muffin e fucili laser

L'angolino dei deliri di un'aspirante scrittrice

Chiaraleggetroppo

Venticinque anni e il naso sempre tra le pagine - Chistmas edition!

Milioni di Particelle

I libri sono l'aereo, il treno e la strada. Sono la destinazione e il viaggio. Sono casa. - Anna Quindlen

InsolitAria (keeptravellingon)

Diario di un Sagittario girovago

Con la valigia verde

Travel blog di Elisa Albanese

In viaggio da sola

Destinazioni e consigli per chi parte in viaggio da sola

L' ANTIGUIDA

Storie di viaggi contromano

E' come nelle grandi storie

quelle che contano davvero.

Valpur explains it all

Everything is geek and nothing hurts

• il Bosco dei Noccioli • Hazels Grove • OBOD

Riflessioni lungo la via Druidica /|\

Sangue Sacro

La Grotta della Luna

Ingrid Víðir - Il Sentiero tra i Salici

Percorrendo a piedi nudi la Via Sacra

Cronache di Betelgeuse

Un viaggio tra i libri...

Storie di Libri Dimenticati

Tutti hanno le Ali, devi solo ricordare come usarle per volare in alto.

☽ Se fossi una Strega ☾

Torniamo insieme alla scoperta della Magia delle Antiche Vie

Aglaia Hirschlauf

Il Cerchio della Strega

Sacred Iceland

An American Heathen's adventures in the land of ice and fire

of the Other People

on the Otherfaith, Other People, & Other Gods

Waincraft

Following the Call of the Land

Crumpets & co.

...pasticci culinari e non solo...

witchery

trapped in the broom closet

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: