Witchy Books Challenge – Donne che corrono coi Lupi

http://sognidiunanottedilunapiena.files.wordpress.com/2013/01/libro.jpg

“Una lettura affascinante…l’autrice esalta nella donna tutto ciò che è forte, intelligente, indomito. Un tributo all’animo femminile” (Washington Post Book World)

Titolo: Donne che corrono coi Lupi
Autore: Clarissa Pinkola Estés
Prezzo: 14,00 euro
Data di pubblicazione: 1992
Pagine: 503
Editore: Frassinelli

Tanto per cominciare ringrazio sentitamente la madre del mio ragazzo per avermi prestato questo libro che volevo leggere da un sacco di tempo e di aver avuto la pazienza di aspettare che lo finissi (l’ho tenuto davvero un’epopea).

Questo libro è a dir poco spettacolare. Davvero. Ho amato ogni riga. Ho amato molto la scelta delle storie, di cui ne conoscevo solo poche a dire il vero, ma in particolare ho apprezzato quella di Vassilissa…ho la netta sensazione che non me la scorderò mai. E’ un libro che ti spinge a farti un sacco di domande, a chiederti se davvero anche tu sei in quelle situazioni e come puoi fare per capirlo e come puoi fare per cambiarle e se per caso invece non ti stai sbagliando e non ti stai facendo prendere dalla paranoia perchè tu MAI vorresti rimanere in gabbia ma vuoi correre libera. Eccetera. (Perlomeno, è la reazione che ho avuto io). Ma penso che ogni domanda valga la pena di essere fatta, perchè se ci sono donne (poche) che possono dire di essere veramente libere, milioni di altre apettano solo che la domanda giusta apra la porta ai lupi.

Consiglio fortemente questo libro a ogni singola donna, di qualsiasi età, credo, nazionalità, ceto sociale eccetera. Perchè siamo sacre e libere e indomite e ogni donna lo dovrebbe sapere. E in verità, anche gli uomini dovrebbe essere in grado di capire come siamo, sempre se ne hanno il coraggio.

Annunci

One thought on “Witchy Books Challenge – Donne che corrono coi Lupi

  1. Ciao. Volevo condividere la mia esperienza. Questo libro mi ha cambiato la vita. Mi ha fatto capire che quello che sentivo (fin da piccola) e che avevo rinnegato era vero. E giusto. Ho capito che ero un come lupo che per tutta la vita aveva cercato di fare il cane, con pessimi risultati, sentendosi sempre sbagliato. Ho finalmente capito che non c’è niente che non va nei cani, ma se uno è un lupo dev’essere libero di essere ciò che è, cioè selvatico. Così come non c’è niente che non va nelle anatre, ma se uno è nato cigno non riuscirà a vivere bene nella società delle anatre. Piena di entusiasmo ho regalato il libro ad alcune amiche. Con mia grande delusione, non l’hanno capito. Questo libro non è per tutti (tutte). Non tutte sono lupe, non tutte sono selvatiche. Non so se è perchè non vogliono esserlo o sono proprio di un’altra pasta, ma tendo a credere nella seconda ipotesi.
    Ora sto per uscire dalla gabbia (guarda un po’ era aperta, ma non me n’ero accorta!) fremendo dalla voglia di nuove terre su cui correre, nuovi odori da annusare, nuove lune a cui ululare. Finalmente. E un saluto ai miei amati/odiati cani della terra natale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...