Archivi

Tutti gli articoli per il mese di marzo 2013

Witchy Books Challenge – L’oracolo della Strega Tradizionale

Pubblicato marzo 31, 2013 da rollystardust

L’arte della Divinazione secondo la tradizione italiana di saggezza popolare, fatta di rimedi naturali e di equilibrio con la natura e con l’ambiente.

Titolo: L’oracolo della Strega Tradizionale
Autore: Amanda Pitto
Prezzo: 22,00 euro
Data di pubblicazione: maggio 2012
Pagine: 171
Editore: Venexia

Tanto per cominciare, non vi fate fregare: il libro si vende con le carte. Non senza. CON. Non esistono edizioni senza le carte. Quindi se qualche commesso salta su dicendo che la copia senza carte che avete in mano è arrivata in negozio così, E’ UNA BALLA. Rompetegli le scatole per vedere se hanno altre copie o cambiate negozio. Ve lo dico perchè a me è capitato, ma decisamente non mi sono fatta fregare.

Parlando del libro. Trovo che sia piuttosto valido: io sono un’appassionata di divinazione e quando ho sentito parlare di questo ho deciso che lo dovevo prendere, più che altro anche per la parte introduttiva, dedicata alla tradizione italiana e in particolare a quella biellese (l’autrice è di quella zona). Le carte sono molto belline, anche se potevano farle almeno a colori ma va beh, gusti miei. Non sono un’esperta di stregoneria tradizionale, quindi non so se abbia sparato stupidaggini ma non credo, anzi penso che si sia documentata molto. Il sistema divinatorio è molto carino, con simboli semplici che però possono essere approfonditi al dil à di quello che dice il libro, a parer mio. La lettura è scorrevole e chiara, e dà molti spunti di lavoro. Anche la bibliografia sembra molto valida, anche se non particolarmente ricca. Insomma, merita sicuramente un giudizio positivo.

Witchy Books Challenge

Pubblicato marzo 31, 2013 da rollystardust

Dal post su Sacerdotesse di Avalon:

“Vorrei proporvi questa attività da svolgere durante tutto l’anno, più precisamente da Yule 2012 a Yule 2013. Consiste in una “sfida” di libri letti durante l’anno per partecipare è molto semplice:

:green: Inserire il bottone nel proprio blog
:green: Scrivere un post per far conoscere la sfida e per stilare la vostra lista di libri letti
:green: Una volta letto un libro fate un nuovo post sul blog/video recensione/ quello che preferite e lincatelo accanto al titolo del libro presente nella vostra lista.
:green: scrivere un post qui sotto con la vostra lista di libri con relativo link al vostro spazio personale

n.b. Non è necessaria una vera e propria recensione, basta scrivere due righe sul libro che avete letto, riflessioni personali, critiche, quello che volete.

Si può partecipare in ogni momento, non esiste una categoria fissa, non devono essere per forza libri a tema “pagano”, ma anche romanzi, saggi o qualsiasi cosa si possa definire libro.

La graduatoria è la seguente:

Lettore Elementale – 4 libri
Lettore Amabile – 13 libri
Lettore Lunare – 28 libri
Strega Bibliofila – 35+ libri

Lo scopo di questa sfida è semplicemente il condividere le vostre lettiure con gli altri, per consigliarci a vicenda ed avere idee per chiunque cercasse qualcosa da leggere!”

La mia lista è questa (che aggiornerò man mano):

Tell The Owl – Argomento ⑧: Viaggi tra i mondi

Pubblicato marzo 17, 2013 da rollystardust

Questo argomento è bruttissimo. Nel senso che è incredibilmente interessante ma porcamiseria è veramente ostico. Indi bruttissimo in senso figurato.

E’ il Tell the Owl dedicato ai Viaggi tra i mondi.

Ora. Il tema del viaggio tra i mondi è per me particolarmente caro, sia come strega sia (udite udite) come scrittrice. Non avete idea di che cosa mi sono inventata a questo proposito. Ma sorvoliamo.

Mountains Landscapes Valley Cliffs Middle-earth Ted Nasmith Waterfalls Rivendell

In ogni caso, nonostante mi affascinino moltissimo, non ho mai approfondito seriamente l’argomento. Perchè non mi sento ancora pronta ad effettuare un viaggio degno di questo nome con cognizione di causa.

Non ho mai fatto un viaggio astrale, anche se spesso mi capita di chiudere gli occhi e di girare come su una ruota (tipo ruota della tortura), ma non so se sia pertinente. Ho letto varie cose sull’argomento e mi sembra molto difficile riuscire ad andare in astrale, soprattutto per una che ha già problemi con la meditazione.

Ecco, la meditazione. Purtroppo io sono poco costante ed è da un po’ che ho smesso di fare esercizio quotidiano con meditazione e visualizzazione (considerato anche che ho avuto molto da fare con la laurea). Da ieri ho ricominciato seriamente a fare le meditazioni per Alleati di Potere (ho ricominciato proprio da capo) e infatti mi sono addormentata come un sasso. Mi capita a volte quando medito, e se sto facendo una meditazione guidata la cosa diventa frustrante. Non so se dipenda da un andare troppo a fondo e non essere abituata o se sono talmente rilassata che crollo. In ogni caso non credo di essere mai riuscita a ottenere risultati del tipo “vedo con i miei occhi” o “sento i suoni e gli odori” come se fossi realmente lì. Anzi, se riesco a far star zitta la mia vocina cosciente (che deve sempre fare la telecronaca di quello che sta succedendo) è già tanto.

Mi piacerebbe fare un viaggio sciamanico: non ho assolutamente le capacità per farlo, nella maniera più assoluta, nè conosco qualcuno che possa farmi da guida per le prime volte, visto che non ho assolutamente intenzione di iniziare da sola, considerata la pericolosità. In effetti ci sono molti posti in cui mi piacerebbe andare, anche solo per vederli: vorrei vedere qualche mia vita passata, che sarebbe veramente interessante, ma soprattutto mi piacerebbe far visita a una divinità in particolare.

L’unica occasione in cui mi sono connessa ad altre realtà è stato attraverso i sogni: sono abbastanza convinta di aver visitato altri luoghi o altri tempi o altre realtà. Ho avuto dei sogni che mi hanno profondamente coinvolta, al punto che al risveglio mi sono sentita stanca e con tutte le ossa rotte: in molti di questi avevo poteri magici o volavo e al risveglio mi sentivo davvero come se quello che avevo sognato fosse reale, al punto che ci mettevo un po’ a riconnettere. Non so se si tratti di sogni e basta o se abbia visitato altre realtà, non credo che tutti questi sogni siano “reali” (anche perchè il contenuto sembra abbastanza alla Harry POtter, per intenderci), ma le sensazioni che ho avuto sembravano assolutamente reali. Insomma, devo molto approfondire questa cosa, magari ho preso una cantonata allucinante.

Poi ho dei momenti, rari in realtà, in cui mi vengono in mente delle cose, e che io chiamo “Connessione con le altre me stessa”. E’ una cosa abbastanza stupida, ma se la mia teoria è vera rientrerebbe nell’ambito delle connessioni con altri mondi.

Mi spiego meglio: partiamo dal presupposto che esistono altre realtà. Realtà parallele, in cui ci sono altre versioni di noi stessi. Milioni di realtà parallele, anzi miliardi, perchè ogni realtà mostra cosa sarebbe successo se. Se fossi nata uomo. Se non avessi preso quel treno quel giorno. Se non avessi visto lo stop e fossi andata avanti. Miliardi di mondi per miliardi di possibilità diverse.

Ora, considerato che noi abbiamo un’anima che ci contraddistingue, e che rimane la stessa anche quando ci reincarniamo (altrimenti non potremmo connetterci con le nostre vite precedenti), dobbiamo dedurne che la stessa anima unisce gli individui delle realtà parallele. La Rolly di questa realtà è connessa, attravreso l’anima, alle Rolly di tutte le altre realtà.

Generalmente, le realtà sono divise. Però, questa connessione tra individui di realtà diverse potrebbe essere avvertita da alcune persone e in alcune situazioni. Per quanto mi riguarda, questa cosa mi è successa due volte, ero sveglia, lucida e perfettamente cosciente, solo che per un singolo istante ho avuto un pensiero completamente non attinente alla realtà in cui vivevo: stavo discutendo con mia sorella e ho pensato “Devo parlare con le altre sorelle”, quando ne ho una sola, e in un altro ho percepito chiaramente una persona come se avesse un sesso differente (nel senso che ero con lui e ho avuto per un istante questa affermazione della realtà).

Ora, è possibile che sia io a essere pazza, è possibile che si sia trattata di una distrazione e basta, è possibile che io abbia molta fantasia e guardi troppa fantascienza. Quindi vi chiedo, secondo voi una cosa così è possibile? (Non che io abbia avuto contatti con realtà parallele, ma se è possibile avere dei contatti con le nostre versioni alternative, se ci sono. E secondo me ci sono). Ai posteri l’ardua sentenza.

Habent papam

Pubblicato marzo 15, 2013 da rollystardust

E innanzittutto vi annuncio che HO FINITO LA TESI (parte un coro di angeli, gente che si butta dal palco, acclamazioni, fuochi d’artificio e tutto il repertorio)

Ergo, tolto il tempo che dovrò necessariamente dedicare allo studiarla (perchè avrò anche scritto 97 pagine di minchiate ma se me le chiedete non so neanche l’indice), posso dedicare la mia giornata a tutta quella seria di cose che rimando da tre mesi, tra cui:

  1. scopa dormire con il mio ragazzo una notte intera
  2. leggere i mille libri che ho preso in prestito dalla biblioteca (tra cui Perdido Street Station)
  3. leggere i mille libri che ho comprato e mai aperto
  4. uscire con le sorelle Bronte
  5. andare a giocare a D&D e rivedere i ragazzi
  6. giocare ad Assassin’s Creed III (che vi giuro, scrivere la tesi mentre tua sorella a fianco gioca al videogioco che hai sognato per mesi è qualcosa di terribile)
  7. scrivere i mille interventi per la Lega, tra cui il Tell the Owl che è finito e l’Alfabeto di Strega
  8. cominciare a fare video per il blog che è una cosa che voglio fare da tanto per farvi vedere la mia brutta faccia
  9. cazzeggiare cercare un lavoro
  10. riprendere le meditazioni di Alleati di Potere
  11. ricominciare a scrivere.

Oserei dire che di roba da fare ne ho accumulata. Soprattutto l’ultima, è quella che mi è mancata di più (dopo la notte intera con Sascha. A dormire, giuro).

Ma non era di questo che volevo parlare: volevo fare un intervento da opinionista (tipo Alfonso Signorini) sul nuovo Papa.

Proprio lui, Francesco I (anzi, Francesco e basta, come vuole farsi chiamare lui).

Non è tenero?

Dunque. Mettiamola così: la prima volta che l’ho visto e ho sentito tutte queste cose belle su di lui, sul nome che scelto, su come si è posto alla folla, sul fatto che mi sembrava un persona a posto, ho pensato “questo qui lo fanno fuori tra due mesi”. Poi ho raccolto voci su internet di tutti i colori, e ho cambiato idea: è probabile che questo tra due mesi farà fuori noi.

Dopo questa drammatica frase a effetto, mi spiego: la prima impressione che mi ha fatto è stata di un reazionario. Uno che venderà l’anello del Pescatore e costruirà ospedali in Kenya. E mi ha ricordato Papa Luciani, quello che diceva che Dio è una donna (ma va’?). E come è finito Giovanni Paolo I lo sanno tutti (si dice che l’hanno ammazzato apposta. Se diceva cose come quella non mi stupisce).

Poi su internet ne ho sentite di tutti i colori, e la cosa non stupisce più di tanto, ne hanno dette per tutti, non c’è santo che tenga (letteralmente: neanche Madre Teresa di Calcutta si è salvata), ma un articolo mi ha colpito profondamente, e mi ha fatto esclamare a gran voce mò sò cazzi.

L’articolo è questo: riassunto in poche parole, l’associazione con S. Francesco d’Assisi potrebbe non essere l’unica. E l’associazione Papa Nero/Fine del mondo la sanno tutti.

Diciamo che il mio istinto profondo mi dice che quest’uomo è pericoloso. Come una tigre vestita da persiano (il gatto intendo, non Artaserse). Perchè e per chi ancora non lo so minimamente, potrebbe darsi che segnerà la fine della Chiesa cristiana (il che potrebbe non essere necessariamente una cattiva cosa, specialmente per noi, anche se provocherebbe sconvolgimenti non irrilevanti). E può anche darsi che sia il mio istinto da Bastian contrario a farmi parlare così, che stia prendendo una cantonata enorme e che quell’uomo sia tenero e coccoloso come i pinguini di Madagascar. Però diciamo che il fatto che piaccia a Sascha (che è anticristiano come il figlio di Satana) mi spaventa. Paradossalmente.

Insomma, aspettiamo. E vigiliamo. E speriamo che questa sensazione assassina sia un sintomo da polemica acuta.

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

Travel Stories

Storie e consigli di viaggio di una hippie girl con il cuore a est

La Biblioteca di Amarganta

I narratori e i cantori di Fantàsia

Viaggio 922

Viaggio senza stancarmi, con occhi grandi sul mondo

My travels diaries

Una piccola finestra sul mondo

AGRUMI

Spremute acide di una viaggiatrice sentimentale

#ODIOLESERIEINTERROTTE

Per ogni nuova serie interrotta, un lettore si infuria.

Canti delle Balene

"When you're curious, you find lots of interesting things to do"

La siepe di more

“I like persons better than principles, and I like persons with no principles better than anything else in the world.” O. Wilde

I libri secondo Arianna

Un libro deve essere un’ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi. (Franz Kafka)

lapiccolalibraiablog

Leggo perchè una vita sola non basta.

Di mezzelfi, muffin e fucili laser

L'angolino dei deliri di un'aspirante scrittrice

Chiaraleggetroppo

Venticinque anni e il naso sempre tra le pagine - Chistmas edition!

Milioni di Particelle

I libri sono l'aereo, il treno e la strada. Sono la destinazione e il viaggio. Sono casa. - Anna Quindlen

KEEP TRAVELLING ON

Diario di un Sagittario girovago

Con la valigia verde

Travel blog di Elisa Albanese

In viaggio da sola

Destinazioni e consigli per chi parte in viaggio da sola

L' ANTIGUIDA

Storie di viaggi contromano

E' come nelle grandi storie

quelle che contano davvero.

Valpur explains it all

Everything is geek and nothing hurts

• il Bosco dei Noccioli • Hazels Grove • OBOD

Riflessioni lungo la via Druidica /|\

Sangue Sacro

La Grotta della Luna

Ingrid Víðir - Il Sentiero tra i Salici

Percorrendo a piedi nudi la Via Sacra

Cronache di Betelgeuse

Un viaggio tra i libri...

Storie di Libri Dimenticati

Tutti hanno le Ali, devi solo ricordare come usarle per volare in alto.

☽ Se fossi una Strega ☾

Torniamo insieme alla scoperta della Magia delle Antiche Vie

Aglaia Hirschlauf

Il Cerchio della Strega

Sacred Iceland

An American Heathen's adventures in the land of ice and fire

of the Other People

on the Otherfaith, Other People, & Other Gods

Waincraft

Following the Call of the Land

Crumpets & co.

...pasticci culinari e non solo...

witchery

trapped in the broom closet

The Road, the Walker, and What Comes Next

Exploring Devotional Practice in Polytheism - Actual real-life blog of pagan author Silence Maestas