Tell the Owl ①: Vita Quotidiana da Strega

Pubblicato agosto 25, 2012 da rollystardust

Ehhh adesso cerchiamo di fare tutti i Tell the Owl della Witch League, vediamo se ce la faccio prima della prossima luna nuova!

Primo argomento, vita quotidiana da strega. Vediamo un po’.

Non ho una vera e propria routine da strega, a dire la verità. Meglio, non ho azione “fisse” e sistematiche.

Tanto per cominciare, pratico quando mi va. E questo mi sembra abbastanza normale, direi. Di solito faccio piccoli incanti, cose comunque semplici, anche se cerco sempre di prepararmi il più possibile.

Tutte le mattine, una volta alzata (tempo medio per alzarsi: trenta minuti) vado in cucina e ed esco nel mio giardino, a dare il buongiorno alla natura. Quando ho voglia faccio un giro delle mie piante, le accarezzo, ci parlo un po’, controllo che stiano bene. Un abbraccio alla mia quercia ci sta sempre.

Più o meno la stessa cosa cerco di farla con il gatto, quando lo trovo fermo, si capisce! Lo accarezzo, lo spupazzo un po’ e converso con lui, vi giuro che gli manca tanto così ad avere la parola.

Spesso, la sera, soprattutto ora che è estate, mi siedo sul davanzale della mia finestra (con le sbarre sono tranquilla di non cadere di sotto) e osservo il cielo. E’ probabilmente il momento in cui mi sento più vicina alla Dea.

Purtroppo non ho un altare fisso: uno, non ho ancora capito dove metterlo, due, vivo con i miei e ancora non gli ho detto esplicitamente che sono pagana, quindi sto cercando un modo di farlo un po’ neutro, almeno per il momento.

Ecco, questo fatto (di vivere con i miei intendo), mi condiziona abbastanza anche nelle operazioni prettamente “magiche”, motivo per cui non riesco mai a fare un cerchio, visto che l’unico posto fattibile è il giardino e camera mia è piccola.

Perlomeno una cosa di cui non mi devo preoccupare è la divinazione. Faccio le carte da quando avevo dieci anni (benedette siano le WITCH) e anche se a loro sembra un po’ strano non mi dicono niente di particolare. Ed è un bene, perchè divino spesso e volentieri, praticamente ogni volta che ne sento il bisogno.

Ultimamente cerco di fare lavoretti manuali per l’Arte, o almeno ci provo. Ho già fatto le rune (sono bellissimeeee!!) e ho in mente di fare una borsa di medicina per Alleati di Potere.

Ogni tanto medito, e cerco di svolgere il più possibile esercizi vari (quindi visualizzazione, in cui sono incredibilmente carente, respirazione, rapporto con gli strumenti ecc.)

Per il resto, studio, studio, studio il più possibile: leggo, cerco di interagire nei forum (questo dell’interazione è un mio problema), e soprattutto cerco sempre di sentire la magia in ogni minimo dettaglio e di imparare da tutto quello che vedo e sento. Inoltre, i questo periodo sto cercando di rendere la mia quotidianità più eco-sostenibile: facciamo già la raccolta differenziata, ma ovviamente non basta, quindi sto cercando di adeguare la nostra vita a Madre Terra. Vediamo cosa riesco a combinare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La Taberna Simposiale

La scrittura ti appassiona? Dillo con noi!

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

Travel Stories

Storie e consigli di viaggio di una hippie girl con il cuore a est

La Biblioteca di Amarganta

I narratori e i cantori di Fantàsia

Viaggio 922

Viaggio senza stancarmi, con occhi grandi sul mondo

My travels diaries

Una piccola finestra sul mondo

AGRUMI

Spremute acide di una viaggiatrice sentimentale

#ODIOLESERIEINTERROTTE

Per ogni nuova serie interrotta, un lettore si infuria.

Canti delle Balene

"When you're curious, you find lots of interesting things to do"

La siepe di more

“I like persons better than principles, and I like persons with no principles better than anything else in the world.” O. Wilde

I libri secondo Arianna

Un libro deve essere un’ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi. (Franz Kafka)

lapiccolalibraiablog

Leggo perchè una vita sola non basta.

Di mezzelfi, muffin e fucili laser

L'angolino dei deliri di un'aspirante scrittrice

Chiaraleggetroppo

Venticinque anni e il naso sempre tra le pagine - Chistmas edition!

Milioni di Particelle

I libri sono l'aereo, il treno e la strada. Sono la destinazione e il viaggio. Sono casa. - Anna Quindlen

InsolitAria (keeptravellingon)

Diario di un Sagittario girovago

Con la valigia verde

Travel blog di Elisa Albanese

In viaggio da sola

Destinazioni e consigli per chi parte in viaggio da sola

L' ANTIGUIDA

Storie di viaggi contromano

E' come nelle grandi storie

quelle che contano davvero.

Valpur explains it all

Everything is geek and nothing hurts

• il Bosco dei Noccioli • Hazels Grove • OBOD

Riflessioni lungo la via Druidica /|\

Sangue Sacro

La Grotta della Luna

Ingrid Víðir - Il Sentiero tra i Salici

Percorrendo a piedi nudi la Via Sacra

Cronache di Betelgeuse

Un viaggio tra i libri...

Storie di Libri Dimenticati

Tutti hanno le Ali, devi solo ricordare come usarle per volare in alto.

☽ Se fossi una Strega ☾

Torniamo insieme alla scoperta della Magia delle Antiche Vie

Aglaia Hirschlauf

Il Cerchio della Strega

Sacred Iceland

An American Heathen's adventures in the land of ice and fire

of the Other People

on the Otherfaith, Other People, & Other Gods

Waincraft

Following the Call of the Land

Crumpets & co.

...pasticci culinari e non solo...

witchery

trapped in the broom closet

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: